billboard-1

Movimento per la gente onesta

Movimento per la gente onesta” al servizio di una “polis” realmente degna dell’uomo.
L’11 marzo u.sc. si è costituito ufficialmente il direttivo del “ MGO” per delineare il programma politico e disegnare una adeguata organizzazione in previsione delle prossime elezioni politiche del 2018. Di fatto il Movimento è attivo da anni sul territorio nazionale a motivo delle encomiabili iniziative di carattere socio-culturali, ed operativo in un contesto internazionale per l’ampiezza degli scambi interculturali con Paesi dell’America latina e per le relazioni frequenti con altri Stati europei.
Promuovere e valorizzare il patrimonio umano, la sua libertà e dignità è ciò che anima la visione antropologica del Movimento e segnatamente del suo Presidente Cav. Dott. Giuseppe Prete, motivato a fare da guida a quanti, animati da un impeto di trasformazione ideale, decidano di contribuire ad ogni livello per un impegno sociale e civile ispirato alla solidarietà verso i meno abbienti, alla promozione del bene comune e alla ricerca delle condizioni tese a conciliare la pace tra gli uomini.
In un contesto politico caratterizzato da assetti di potere che inibiscono la crescita reale del Paese e scoraggiano quanti si impegnano in un sincero e grande sforzo per la realizzazione personale, “Movimento per la gente onesta” avverte l’urgenza di sottolineare che ciò che unisce la società è la dimensione del bene comune. È questa che deve improntare la politica, dal parlamento, al governo, al sindacato, alle associazioni no profit, al mondo dell’industria. Allo stesso modo il Movimento, promuovendo una politica tesa ad avviare processi piuttosto che ad occupare spazi, si propone di dare impulso ad una cultura della vita massicciamente sottomessa dall’attuale concezione tecnocratica ed economicistica della realtà. Una concezione questa che taglia i ponti inattivi della società e sostiene processi di disoccupazione che abbandonano i giovani al loro destino, schiacciandoli sul presente e senza un domani.
In un tempo storico contrassegnato dalla relativizzazione di tutti i valori anche la politica è stata travolta e, impotente ad andare oltre, pur non scomparendo completamente, si è rifatta all’economia per affermare se stessa. Un paradigma neoliberista che ha assunto il modello economico come unica sorgente di senso, depauperando il patrimonio di un popolo che crede risolutamente alla democrazia e alla sua base etico-naturale costituita dalla persona e dalla famiglia.
“Movimento per la gente onesta” si pone nell’agone politico a difesa dei diritti del singolo alla vita, alla libertà e alla proprietà, implicando “qualcosa”in più. Questo qualcosa è lo spirito di solidarietà tra le parti, dove la parte più ricca viene incontro in qualche modo a quella meno abbiente, nella concezione che lo Stato democratico non sia solo una questione meramente procedurale, ma presupponga uno spirito etico di solidarietà fondato sulla centralità sulla persona umana.
Saper leggere in profondità la storia, il mondo e la società in cui viviamo è decisivo per mettere a fuoco il giusto atteggiamento da assumere come cornice culturale dentro la quale inquadrare la proposta politica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *